Atta Mills presidente del Ghana

Il Ghana si conferma un modello di democrazia per l’Africa

attamillsInizia il 7 gennaio il mandato del nuovo presidente del Ghana: John Atta Mills, candidato dell’opposizione ha vinto il ballottaggio per solo mezzo punto percentuale. Alternanza anche in parlamento, con la vittoria dell’opposizione per soli 7 seggi.
Con il giuramento previsto per mercoledì 7 gennaio, John Atta-Mills inizia ufficialmente il suo primo mandato come nuovo presidente del Ghana. Dopo un primo turno elettorale il 7 dicembre scorso, a decretare la vittoria per solo mezzo punto percentuale (50,23% contro 49,77%) è stato il ballottaggio del 28 dicembre tra Atta Mills, candidato del partito di opposizione Congresso Nazionale democratico, e Nana Akufo Addo, del Nuovo partito patriottico, al potere da 8 anni.
Dopo aver conquistato di stretta misura la maggioranza in parlamento, l’opposizione si è aggiudicata così anche la presidenza, dimostrando la solidità della democrazia ghaneana. Nonostante denuncie da entrambe le parti per presunte scorrettezze elettorali, gli osservatori internazionali sono concordi nell’affermare che il voto si è svolto regolarmente, così come la campagna elettorale, che è stata corretta e pacata. Akufo Addo ha riconosciuto al vittoria del suo avversario e il neo presidente si è congratulato con lui per come si è svolto il dibattito politico durante la campagna elettorale.
64 anni, avvocato, ed ex vice-presidente di Jerry Rawlings, Atta Mills si era già presentato alle presidenziali nel 2000 e nel 2004, elezioni vinte dal presidente uscente John Kufuor, che ha fortemente influito a rendere il clima pacato, invocando alla correttezza e alla calma,  e ritirandosi dalla corsa elettorale nel pieno rispetto della Costituzione, a differenza di molti suoi colleghi africani, come Robert Mugabe in Zimbabwe o Mwai Kibaki in Kenya.
Ancora una volta il Ghana ha superato il banco di prova della democrazia, in controtendenza rispetto ai recenti colpi di stato di Mauritania e Guinea. Queste per il paese sono infatti le quarte elezioni regolari, ma le prime dalla scoperta di importanti giacimenti petroliferi al largo delle coste. Lo sfruttamento dovrebbe iniziare nel 2010, e produrre fino a 120 mila barili al giorno.

Con un tasso di crescita economica del 6%, trainata finora da cacao e oro, la sfida per Atta Mills  e per la democrazia ghaneana sarà ora quella di gestire le nuove risorse, dimostrando però all’Africa che è possibile distribuire la ricchezza tra tutti i 23 milioni di cittadini.

Annunci

4 Responses to Atta Mills presidente del Ghana

  1. cincinnati lodging ha detto:

    Aw, this was a very good post. Taking the time and actual effort to generate a very good article… but what can I say… I hesitate a
    lot and never manage to get nearly anything done.

  2. We stumbled over here different page and thought I may as well
    check things out. I like what I see so now i am following you.
    Look forward to exploring your web page yet again.

  3. Valerie ha detto:

    If you wish for to increase your knowledge just keep visiting this web page and be
    updated with the latest news update posted here.

  4. Tamara ha detto:

    Link exchange is nothing else except it is only placing the other person’s webpage link on your page at appropriate place and other person will also do same in favor of you.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: